Il tantalio (uno dei due minerali che compongono il COLTAN) è la causa della terribile situazione in cui versa il Congo

Diapositiva8

Il picco della produzione di tantalio è stato raggiunto nel 2004, quando ha raggiunto la cifra di 1.430 tonnellate, a cui è però seguito un declino, principalmente dovuto alla temporanea chiusura delle miniere di Wodgina e Greenbushes in Australia (chiusura temporanea per manutenzione, voluta per contrastare il crollo del prezzo del tantalio a partire dal nuovo millennio). Il prezzo di una tonnellata di tantalio ha superato i 500.000 dollari nel 2001.

La domanda di tantalio proviene prevalentemente dall’industria dell’elettronica, dove viene utilizzato soprattutto per produrre i condensatori al tantalio (di ridotte dimensioni e di miglior qualità rispetto a quelli in alluminio), impiegati in tutti i prodotti di consumo portatili (cellulari, computer, elettronica per l’automobile, eccetera).

Ruanda e Repubblica Democratica del Congo hanno prodotto il 60% della produzione mondiale di tantalio del 2009 (ma nel 2002 era l’Australia che ne produceva il 60% dell’intera produzione mondiale). Il Brasile pesa invece per il 20% della produzione mondiale, mentre il resto proviene da Malaysia e Canada.

Tantalio e columbite sono meglio conosciuti come COLTAN, il famoso minerale responsabile della distruzione dell’habitat del gorilla in R.D. Congo, delle terribili condizioni di lavoro in cui i minatori sono costretti a lavorare e della guerra civile nella regione.c


[1] Chiusura temporanea per manutenzione, voluta per contrastare il crollo del prezzo del tantalio a partire dal nuovo millennio).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...