La Cina detiene i 2/3 delle riserve mondiali di tungsteno, uno dei minerali più strategici per il futuro

Diapositiva10

Il tungsteno (o volframio) è un materiale dotato di un’eccezionale densità (simile a quella dell’oro), per questo è caratterizzato da una notevole durezza; è inoltre l’elemento chimico con il più alto punto di fusione (3.422°) dopo il carbonio.  Se aggiunto all’acciaio, ne aumenta notevolmente la durezza e questo lo rende adatto a formare leghe e superleghe (di solito vengono utilizzati nickel, cobalto ed una lega fra nickel e ferro) che vengono utilizzate nell’industria delle costruzioni (ad esempio nella costruzione di grattacieli), nell’industria bellica ed in altre applicazioni industriali (ad esempio per l’estrazione dei minerali, nel taglio dell’acciaio, nei filamenti all’interno delle lampadine elettriche, eccetera).

La Cina è il paese con le maggiori riserve al mondo di tungsteno (pari al 64% del totale) ed è – anche in questo caso –  il principale produttore al mondo di tungsteno, con unaproduzione pari all’81% del totale nel 2009. Seguono Canada e Russia (entrambi con il 4% della produzione mondiale). Anche in questo caso, la domanda cinese di tungsteno (il dragone cinese ne consuma un terzo dell’intera produzione mondiale) ha fatto balzare il prezzo di uno dei metalli più strategici per il futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...