Gli americani sono ancora i più grandi consumatori di petrolio al mondo

Diapositiva12

Nonostante la flessione degli ultimi dieci anni (-4,1%), gli Stati Uniti sono ancora il paese che consuma la maggior quantità di petrolio al mondo, ovvero 6.875 milioni di barili nel 2011, pari al 21,4% del consumo globale. Al secondo posto c’è la Cina, con 3.562 milioni di barili di petrolio consumati nel 2011, ovvero l’11,1% del totale, seguita dal Giappone, con un consumo pari a 1.613 milioni di barili di petrolio e l’India, con un consumo pari a 1.268 milioni di barili di petrolio.

A guidare il forte aumento dei consumi di petrolio dei paesi emergenti c’è la Cina, che dal 2001 al 2011 ha visto raddoppiare il proprio consumo di petrolio. Seguono (fra i 20 maggiori consumatori di petrolio) gli incrementi a doppia cifra dell’Arabia Saudita (+76%), di Singapore (+69%), India (+52%) e Thailandia (+35%).

In flessione il consumo di petrolio dal 2001 al 2011 dei paesi sviluppati, con l’Italia a guidare i ribassi (-23%), seguita dal Giappone (-18%), la Germania (-15%) e la Francia (-14%).

Annunci

Quali sono i paesi con la maggior e la minor quantità d’acqua dolce rinnovabile per abitante

Diapositiva5

La Guyana Francese è il paese al mondo con la maggior quantità di acqua dolce rinnovabile per abitante, con 580.087 m3 nel 2008. Seguono l’Islanda, con 531.250 m3, la Guyana, con 319.629 m3 e il Suriname, con 232.381 m3.

I paesi che invece dispongono della minor quantità di acqua rinnovabile per abitante sono gli Emirati Arabi Uniti, con 19,97 m3 all’anno per ogni abitante, il Qatar, con 32,97 m3 per abitante, le Bahamas, con 58,31 m3 per abitante e lo Yemen, con 87,31 m3 per abitante.